Skip to main content

TAVR o chirurgia nei pazienti a basso rischio? I risultati a 5 anni del trial PARTNER-3

Redazione By 27 Novembre 2023No Comments
News
TAVR basso rischio

Sostituzione transcatetere della valvola aortica (TAVR) o intervento chirurgico per i pazienti a basso rischio con stenosi aortica grave e sintomatica?

Sono stati pubblicati di recente sul New England Journal of Medicine i risultati a 5 anni del trial PARTNER-3, da cui non sono emerse differenze significative tra i due approcci (1).

Un’analisi precedente aveva individuato un tasso significativamente inferiore di un endpoint combinato di morte, ictus o riospedalizzazione a 1 anno nei pazienti con stenosi aortica grave e sintomatica a basso rischio chirurgico sottoposti a TAVR. Tuttavia, gli esiti a lungo termine non erano noti.

Lo studio in questione ha preso in considerazione 1000 pazienti con stenosi aortica grave e sintomatica a basso rischio chirurgico, i quali sono stati assegnati casualmente a una TAVR (n=503) o a un intervento chirurgico (n=497).

Il primo endpoint primario consisteva in una combinazione di morte, ictus o riospedalizzazione legata alla valvola, alla procedura o a scompenso cardiaco. Il secondo endpoint primario era invece una combinazione gerarchica che includeva morte, ictus invalidante, ictus non invalidante e numero di giorni di riospedalizzazione, analizzati mediante win-ratio analysis. I partecipanti sono stati seguiti per un periodo di 5 anni.

Almeno un componente del primo endpoint primario è stato riscontrato in 111 dei 496 pazienti nel gruppo TAVR e in 117 dei 454 pazienti nel gruppo sottoposto a intervento chirurgico (P=0,07). Le stime di Kaplan–Meier per i componenti del primo endpoint primario erano le seguenti: morte 10,0% nel gruppo TAVR e 8,2% nel gruppo chirurgico; ictus 5,8% e 6,4%; riospedalizzazione 13,7% e 17,4%. Il win-ratio per il secondo endpoint primario è risultato pari a 1,17 (P=0,25).

La performance emodinamica della valvola, valutata in base al gradiente valvolare medio, è stata di 12,8±6,5 mm Hg nel gruppo TAVR e di 11,7±5,6 mm Hg nel gruppo chirurgico. Un’insufficienza della valvola bioprotesica è occorsa nel 3,3% dei pazienti nel gruppo TAVR e nel 3,8% nel gruppo chirurgico.

Bibliografia

1. Mack MJ, Leon MB, Thourani VH, et al. Transcatheter Aortic-Valve Replacement in Low-Risk Patients at Five Years. N Engl J Med 2023; 389:1949-1960.
2. Mack MJ, Leon MB, Thourani VH, et al. Transcatheter aortic-valve replacement with a balloon-expandable valve in low-risk patients. N Engl J Med 2019; 380:1695-705.