Skip to main content

Agonisti del recettore del GLP-1 e cancro alla tiroide. Il comunicato dell’EMA

Redazione By 2 Novembre 2023No Comments
News
GLP-1 cancro tiroide

Il Pharmacovigilance Risk Assessment Committee (PRAC) dell’European Medicines Agency (EMA) ha diffuso una nota relativa al possibile collegamento tra l’impiego degli agonisti del recettore del glucagon-like peptide-1 (GLP-1) e un aumentato rischio di sviluppare un cancro alla tiroide, sottolineando come le evidenze attualmente disponibili non supportino l’esistenza di un’associazione causale tra le due variabili.

Gli agonisti del recettore del GLP-1 sono utilizzati per trattare il diabete di tipo 2 e, in alcuni casi, per il trattamento dell’obesità e del sovrappeso. Il PRAC ha deciso di valutare la possibile relazione con il cancro alla tiroide a seguito della pubblicazione su Diabetes Care di uno studio che aveva individuato un aumento del rischio nei pazienti affetti da diabete di tipo 2 trattati con questa classe di farmaci (1).

Il comitato di sicurezza dell’EMA ha quindi esaminato le evidenze a oggi disponibili, provenienti da studi osservazionali e da quelli finalizzati all’ottenimento dell’autorizzazione all’immissione in commercio i quali includevano dati non clinici, clinici e post-marketing. I risultati di tale analisi hanno mostrato, come si legge nella nota diffusa dall’EMA, che non sono necessari aggiornamenti alle informazioni di questi farmaci.

Gli esperti dell’EMA suggeriscono tuttavia alle aziende produttrici di continuare a monitorare attentamente i segnali relativi alla relazione tra agonisti recettoriali del GLP-1 e cancro alla tiroide, comprese le nuove pubblicazioni sul tema, come parte delle loro attività di farmacovigilanza.

Bibliografia

1. Bezin et al. GLP-1 Receptor Agonists and the Risk of Thyroid Cancer. Diabetes Care 2022; doi: 10.2337/dc22-1148.