Skip to main content

Terapie geniche per le aritmie, dalla ricerca di base alla clinica

Intervista a Silvia Giuliana Priori By 10 Gennaio 2024No Comments
Dai congressiInterviste

I trattamenti a oggi disponibili per ridurre il rischio di morte cardiaca improvvisa in pazienti con disturbi del ritmo cardiaco non permettono di ottenere risultati soddisfacenti. Per quanto riguarda le forme geneticamente determinate si sta quindi valutando l’utilizzo di trattamenti in grado di agire selettivamente sulle anomalie alla base delle singole aritmie.

In occasione dell’84esimo Congresso nazionale della Società Italiana di Cardiologia abbiamo chiesto a Silvia Giuliana Priori, responsabile dell’UO di Cardiologia Molecolare dell’Istituto Maugeri IRCCS di Pavia, di descriverci le sperimentazioni a cui sta lavorando attualmente il suo gruppo.