Skip to main content

ANMCO 2024: focus sull’acido bempedoico, tra terapie di combinazione e sostenibilità

Intervista a Alberico Catapano, Furio Colivicchi, Andrea Marcellusi By 4 Giugno 2024Giugno 11th, 2024No Comments
Dai congressiInterviste
ANMCO 2024 acido bempedoico

Il 55° Congresso Nazionale ANMCO, tenutosi a Rimini dal 16 al 18 maggio 2024, è stato l’occasione per un’approfondita discussione sulle novità nel trattamento delle dislipidemie, in particolare riguardo all’impiego di terapie di combinazione per la riduzione dei livelli di colesterolo LDL. Abbiamo interrogato tre esperti del settore in merito alle principali evidenze discusse a Rimini, con un focus sul ruolo dell’acido bempedoico.

Alberico Catapano del Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari dell’Università degli Studi di Milano ha spiegato come l’aggiunta dell’acido bempedoico alle terapie ipolipemizzanti disponibili consenta di raggiungere riduzioni dei livelli di colesterolo LDL impensabili fino a pochi anni fa.

Furio Colivicchi, responsabile dell’Unità Operativa di Cardiologia Clinica e Riabilitativa del Presidio Ospedaliero San Filippo Neri di Roma, ha invece discusso l’importanza di una riduzione consistente e duratura del colesterolo nei pazienti ad alto e altissimo rischio cardiovascolare, sottolineando come una terapia combinata con statine, ezetimibe e acido bempedoico possa ridurre i livelli di colesterolo di oltre il 60%.

Infine, Andrea Marcellusi del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università degli Studi di Milano ha illustrato l’impatto economico delle terapie ipolipemizzanti e il ruolo potenziale dell’acido bempedoico nel garantire la sostenibilità economica dei trattamenti.