Uno degli utilizzi più diffusi di Twitter in ambito medico-scientifico rè quello fatto in occasione dei Congressi scientifici. Ormai la maggior parte di questi eventi (soprattutto all’estero) prevede un certo grado di presenza su Twitter, spesso attraverso un hashtag di riferimento o la disseminazione in tempo reale dei risultati presentati nel corso delle sessioni.

Lo ha spiegato per Senti Chi Parla Antonio Raviele, cardiologo italiano tra i più attivi e seguiti su Twitter e Presidente del Congresso “Venice Arrhythmias, evento che da più di trent’anni riunisce a Venezia i più importanti esponenti a livello internazionale della ricerca clinica nei settori dell’aritmologia e dell’elettrofisiologia.

Leggi l’articolo completo su Senti Chi Parla.