“Tutti gli spazi di conoscenza strutturata, in questo caso gli spazi legati alla conoscenza biomedica, devono essere presidiati”. Twitter incluso. A inserire il social network dell’uccellino blu, e tutti i social media attraverso cui informazioni e notizie trovano diffusione, tra i luoghi di conoscenza è Davide Bennato, professore di Sociologia dei media digitali, Università di Catania e da diversi anni si occupa di social media.

Leggi l‘articolo completo su Senti Chi Parla.